domenica 29 giugno 2014

Vetri antisfondamento

Buongiorno, 
scrivo per avere un parere riguardo le misure di sicurezza per l'appartamento in cui andrò ad abitare di qui a un anno, attualmente in costruzione.
L'appartamento è su due livelli, pian terreno con giardino e primo piano con terrazzo. Sopratutto al piano terra ci sono ampie superfici vetrate che affacciano sul giardino. All'esterno avremo frangisole, non vere proprie imposte o portoni.
Nelle dotazioni di sicurezza di capitolato abbiamo contatto magnetico sulla porta blindata d'ingresso e rilevatori volumetrici all'interno. Sicuramente faremo montare i contatti magnetici su tutti i rimanenti infissi.
Ad ulteriore protezione le proposte che ci sono state fatte sono:- infissi anti scasso (che faremo montare)- inferriate virtuali (faremo predisporre gli infissi per un montaggio successivo, da decidere)- rilevatore da esterno per coprire l'affaccio del piano terra sul giardino (per intenderci dove ci sono le porte-vetrata)- finitura antimazza delle vetrate
Abbiamo capito che mettere mille sistemi di rilevazione di movimento o ingresso in giardino farebbe scattare l'allarme più facilmente, ma la nostra preoccupazione è evitare che qualcuno ci entri in casa (sopratutto se mia moglie fosse sola in casa).La domanda essenziale è: vale la pena di scegliere i vetri antimazza (sappiano che peserebbero più dei vetri normali, ma non uno sproposito), per ridurre il rischio di intrusione?Le inferriate virtuali sono uno strumento valido?
Vi ringrazio già da subito! 
- Giacomo 

Buongiorno Giacomo,
se il suo problema é la protezione quando lei é all'interno, direi che i vetri anti-sfondamento non fanno una grande differenza: in genere la notte si verificano casi di intrusione silenziosa per sorprendere o anestetizzare e sfondare il vetro rovina l'effetto sorpresa.
Credo che per questo specifico problema le barriere a stilo o i rivelatori perimetrali siano piú adatti.