venerdì 27 aprile 2012

Allarme via radio wireless bidirezionale

Ciao..

Faccio una premessa: mi occupo nella vita di progettazione di sistemi radio, ed è forse per questo (conoscendo bene il fenomeno radio), che nella mia abitazione, sebbene sia coscente dell’inquinamento elettromagnetico causato dai modem wireless dei vicini, i cellulari..etc, vorrei evitare in casa mia non contribuire all’emissisoni di ulteriori onde radio.
Volendo installare un sistema di allarme, in fase di costruzione, ho predisposto casa per l’impianto filare (attualmente non ancora installato) che utilizzerebbe sensori infrarosso passivi.
Quello che io però vorrei è anche aggiungere all’impianto filare i sensori magnetici wireless per porte e finestre (che purtropo non sono predisposte per i sensori filari).
Quando sono in casa accenderei solo la parte filare (sensori infrarossi passivi..) e quando sono fuori casa accenderei anche i perimetrali magnetici wireless. fino qui è tutto semplice e fattibile.
Faccio un’altra premessa. nella maggiorparte dei sistemi wireless i sensori hanno a bordo un trasmettitore radio che comunica costantemene ad interavalli di tempo stabiliti, lo stato del sensore alla centrale (aperto chiuso manomesso batteria scarica..etc..).
La centrale (che non può interrogare i sensori perchè i sensori non hanno un ricevitore a bordo) ascolta e memorizza lo stato di ogni sensore. Se il sistema è attivato, ti notifica attraverso la sirena che uno dei sensori ha cambiato di stato, altrimenti, se il sistema non è attivato, semplicemente memorizza lo stato comunicato dal sensore, ma non ti comunica se è cambiato. Va sottolineato che la centrale memorizza lo stato del sensore perchè così qualdo si attiva il sistema, la centrale sa benissimo qualche varco è aperto, quale è chiuso o se un sensore non è funzionamente.
In questi sistemi quando il sistema di allarme è disattivato, i sensori wireless non si spengono fisicamente; semplicemente continuano a comunicare il loro stato, e la centrale memorizza lo stato ma non ti notifica la variaione di stato, nel caso avvenga.
Quello che io cerco è qualcosa di diverso. In commercio esistono sistemi che gestiscono sensori radio “bidirezionali”, ovvero sensori che hanno un Tranceiver a bordo (Trasmettitore+Ricevitore) e che sono in grado di “ascoltare” dei comandi dalla centrale.
In questi sistemi “bidirezionali”, dalla centrale, con comandi radio, io posso decidere la frequenza con cui i sensori mi comunicano il loro stato (ad esempio ogni minuto, ogni due minuti..ogni 6 minuti..etc..). In questomodo limito le emissioni di onde radio, oltre che aumento la durata delle batterie.
Ecco, il problema è che tutti i sistemi di questo tipo (bidirezionali) che ho trovato in commercio (pochi!), sono SOLO WIRELESS e non gestiscono anche sensori in modo filare direttamente dalla centrale.
Altro problema, è che questi sistemi (Bidirezionali), nel momento in cui io voglio disattivare il sistema, non mi è permesso di SPEGNERE i sensori wireless, ma solo di impostare il tempo con cui comunicano lo stato.
Con spegnere i sensori wireless intendo dire spegnere il TRASMETTITORE che comunica l stato dei sensori, ma il ricevitore a bordo dei sensori (che non emette onde radio) rimarrebbe attivo, in attesa del comando di attivazione dalla centrale.
In questa configuraizone, quando attivo il sistema, la centrlae controlla lo stato dei dispositivi (potendoglielo chiedere con un comando) e mi comunica eventualmente se un sensore è non funzionante o se un varco è aperto.
La mia domanda è: esistono in commercio sistemi di allarme basati su sensori wireless bidirezionali che possano essere “SPENTI” con un comando dalla centrale, nel senso che ho spiegato sopra (trasmettitore spento), e che al contempo prevedano il controllo di sensori filari direttamente connessi alla centrale?!
Io personalmente sono due anni che li cerco ma non li trovo.
Nel panorama offerto dal mercato fatico a pensare che qualcuno non abbia implementato in un sistema la flessibilità che sto cercando.
Qualcuno mi sa aiutare?!

Un enorme grazie in anticipo per la risposta.
Buona Giornata a tutti.

Modestamente..Max.

Buongiorno Max
ci sono molte domande nel suo post: provo a rispondere per punti solo per facilità — la prego di segnalarmi se mi sfuggirà qualcosa.
1. “Quando sono in casa accenderei solo la parte filare (sensori infrarossi passivi..) e quando sono fuori casa accenderei anche i perimetrali magnetici wireless.“: se i filari sono i sensori volumetrici che ha messo a protezione delle stanze, deve fare il contrario – accendere il perimetrale (wireless) quando è in casa e il totale (perimetrale + PIR) quando è fuori. Se no ogni volta che si muove avrà un allarme.
2. “In questi sistemi “bidirezionali”, dalla centrale, con comandi radio, io posso decidere la frequenza con cui i sensori mi comunicano il loro stato (ad esempio ogni minuto, ogni due minuti..ogni 6 minuti..etc..).” – Qui credo ci sia da chiarire qualcosa: la trasmissione è legata allo stato di allarme ed è immediata. Forse lei si riferisce allo stato in vita, ovvero alla trasmissione che il sensore (mono-direzionale) effettua per comunicare alla centrale che va tutto bene, ma che avviene con frequenza molto più bassa. Inoltre il bi-direzionale non ha bisogno di questa funzione: la centrale può fare un check sui sensori quando ritiene opportuno (basta che li interroghi, hanno RX a bordo). Inoltre, ma lei è un esperto di radio quindi lo saprà meglio di me, i bi-direzionali consumano di più perché invece di avere la sola trasmissione impulsata quando necessario hanno un RX, ovviamente, sempre acceso.
3. “In questo modo limito le emissioni di onde radio.” Sì, ma di nuovo stiamo parlando di una trasmissione di un codice, non di una portante sempre presente. E’ veramente irrelevante questa trasmissione (che dura forse un secondo) in termini di emissioni — emette di più il suo microonde quando scalda per 30 secondi un bicchiere di latte…
4. Non credo che esistano sistemi che spengano il TX, ma il motivo forse è legato al fatto che i sensori trasmettono anche la manomissione. Se spengo il TX ad impianto disattivo posso aprire il sensore e manometterlo senza che la centrale abbia modo di saperlo. Probabilmente ci sono sistemi che inibiscono l’invio dell’allarme a centrale non attiva, ma nella pratica non fa una grande differenza a livello di consumo se parliamo di contatti per la finestra, ad esempio. A meno che lei apra e chiuda la finestra in continuazione quando è in casa (improbabile ma possibile), il numero di trasmissioni è limitato e non incide drammaticamente sulla vita della batteria — sicuramente non quanto lo faccia l’assorbimento dell’RX sempre acceso.
5. “La mia domanda è: esistono in commercio sistemi di allarme basati su sensori wireless bidirezionali e che al contempo prevedano il controllo di sensori filari direttamente connessi alla centrale?!” Beh, se ha trovato il bi-direzionale che la soddisfa, può interfacciarlo con un filare tradizionale senza grossi problemi. La centrale filare alimenta e gestisce i sensori, gli attivatori, la sirena e tutti i device via filo che desidera e dall’uscita d’allarme della centrale wireless porta la segnalazione in uscita verso quella via filo. Ci sono sistemi seriali/bus che hanno anche contatti wireless, magari anche bidirezionali, (nel qual caso può fare tutto con una centrale sola) ma questi sistemi li trova solo dai distributori specializzati di sicurezza.