giovedì 29 dicembre 2011

Il problema della certificazione negli impianti di allarme

Scusate volevo porVi una domanda siccome sto per aprire una sala giochi e dovrei fare l’impianto di videosorveglianza, impianto ethernet e anche allarme e visto che lavoro in una ditta privata e mi occupo di impianti di questo genere posso installarmi tutto da solo o devo per forza chiamare un installatore e farmi rilasciare tutte le certificazioni? La certificazione dell’impianto elettrico ce l’ho già datami dal proprietario del locale. Cioè se uno ci sa fare deve per forza ricorrere all’installatore e farsi svenare? Grazie dell’interessamento. 
Il problema della certificazione negli impianti di allarme è legato al collegamento elettrico della centrale che, normalmente, viene fatto all’interno della centrale a mezzo di morsetti. La Legge prevede che qualunque modifica fatta all’impianto elettrico debba essere certificata da un installatore che, oltre ad effettuare l’operazione secondo la norma, se ne assume la responsabilità rilasciando l’opportuna documentazione.
Se lei, sotto la sua responsabilità, collega la centrale con una spina come per qualunque apparecchio utilizzatore (un televisore, un frigorifero, etc.) non modifica l’impianto e quindi non necessita di dichiarazione. Tutti gli altri collegamenti sono in bassissima tensione (corrente alternata, inferiore a 50 volt) — ciò non toglie, comunque, che debbano essere effettuati seguendo sempre la norma (o la Regola dell’Arte), quindi in tubazioni indipendenti, con la corretta sezione del cavo, etc.
Trattandosi di un locale pubblico, le consiglierei di verificare con l’autorità che le rilascia i permessi per evitare brutte sorprese al momento dell’apertura.