domenica 6 novembre 2011

Collegamento tra telefono e centrale di allarme per IPhone

A proposito del collegamento tra Telefono e la propria centrale di allarme, leggevo un articolo di un app per IPhone che permetterebbe di comunicare con una speciale centrale di allarme. Mi sembrate esperti. Ne sapete qualcosa?
Ci sono molte applicazioni per la videosorveglianza remota che collegano uno smartphone ad una o più telecamere. Con l’arrivo della connessione a banda larga sia per le case (ADSL, fibra…) sia per i cellulari e, soprattutto, con la disponibilità di collegamenti a prezzi accessibili, questo tipo di applicazione è divenuto molto comune negli impianti di sicurezza.
Le modalità sono diverse: ci si può collegare direttamente con una app per iPhone, con un software proprietario o accedendo ad una pagina dal browser del proprio telefono attraverso un server video che fa il cosiddetto relay dell’immagine — come detto, le modalità tecniche sono diverse ma la sostanza non cambia: si vede lo streaming del video in diretta sul proprio display.
In genere queste applicazioni funzionano bene e permettono in modo automatico o semi-automatico di vedere l’immagine a seguito di un allarme o su interrogazione remota. Alcune centrali hanno dei semplici moduli supplementari che possono essere integrati, altre necessitano di hardware separato — con la possibilità di avere sistemi semplici (una telecamera) o complessi (più telecamere selezionabili). Il software di interrogazione di per sè è abbastanza semplice anche se il costo della parte video rimane ancora un po’ alto, soprattutto per i sistemi con più telecamere e con possibilità di videoregistrare.
Ovviamente le funzioni non si fermano solo alla trasmissione video (la più complessa in termini di capacità e di banda) ma possono estendersi anche alle altre funzioni del sistema (accensione, spegnimento, parzializzazione etc.). Queste funzioni in realtà erano già da tempo disponibili sul mercato ma l'assenza di una valida, semplice ed intuitiva interfaccia utente (come lo è un display di uno smartphone) ne hanno fortemente limitato lo sviluppo.